logo

Cambio indirizzo

“Cambio Indirizzo” è una celebrazione molto particolare:

E’ l’ espressione, tenera e al tempo stesso ironica, usata dalla Signora Erminia Manfredi per salutare il marito Nino, partito per la sua destinazione finale.

A 10 anni dalla scomparsa del tanto amato attore, 7 Artisti recuperano i mobili ed oggetti appartenuti a Nino Manfredi, e li riusano creativamente, perché questi oggetti portano con sé un valore e una memoria da riscattare. Contrariamente alla pratica dell’usa e getta, gli oggetti provenienti da casa Manfredi all’Aventino, cambiano forma e conservano la loro narrativa, grazie alle arti e all’ingegno, in un’ottica di sostenibilità e bellezza.

Chi, se non Geppetto, un artigiano e un visionario, lui che parlava ad un ciocco di legno vedendoci qualcosa di vivo, un figlio, conosceva le centomila possibilità delle cose e delle persone e la loro capacità di trasformazione.

Le creazioni artistiche e di design ricavate dall’ex salotto di casa Manfredi, sono in mostra e la vendita delle stesse serve a raccogliere i fondi per portare avanti una battaglia congiunta in favore della ricerca scientifica per i malati di Sla e dell’innovazione artistica. Il prezzo delle opere viene stabilito in 800 euro, ripartiti in questa maniera: 40% all’artista, 40% all’associazione Viva la Vita Onlus! e 20% all’ass. RIscARTI.

Lunga vita ai RiscARTI

Il buffet a degna conclusione della serata, è  stato offerto da Na Cosetta, bistrot all’italiana.

 

Comments

comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *